Programmi

Le linee guida di programmazione che si presentano qui sotto sono state elaborate a partire dalle discussioni emerse in modo spontaneo nelle numerose assemblee informali di cittadini che si sono tenute nel periodo immediatamente successivo all’esandazione del Fiume Paglia del 12 novembre 2012. Di queste discussioni dunque le linee guida di programmazione rappresentano un tentativo di sintesi e di prima organizzazione logica; la loro formalizzazione si trova nello statuto dell’Associazione.

Il Direttivo che sarà nominato dalla prima assemblea dei soci darà corpo a queste linee guida definendo i programmi di lavoro in base alle priorità che vorrà darsi, alle risorse di cui verrà disponendo l’associazione e alle condizioni di fattibilità delle diverse attività che si possono prevedere.

Linea 1: Il 12 novembre 2012. Ricostruzione degli eventi, immediati e remoti (nello spazio e nel tempo), naturali ed antropici, che hanno concorso a rendere così devastante l’esondazione del Fiume Paglia.

Attività. Acquisizione e catalogazione dei documenti audiovisuali prodotti / realizzazione di interviste / acquisizione delle relazioni ufficiali / acquisizione e/o commissionamento di ricerche indipendenti sullo stato naturale e antropico del bacino / produzione di un documento di sintesi / divulgazione e comunicazione.

Prodotti. Cataloghi virtuali, editoria cartacea, mostre, spettacoli multimediali, conferenze, … …

Obiettivi. Produrre una comprensione articolata degli eventi e diffondere la consapevolezza della complessità degli interventi.

Linea 2: La macchina dei soccorsi. Ricostruzione del funzionamento del Sistema della protezione civile, dalla fase di allerta a quella di segnalazione del pericolo a quella di immediato soccorso.

Attività. Acquisizione di informazioni sul sistema di monitoraggio dei fattori che determinano le piene del fiume Paglia / acquisizione di informazioni sul sistema di allerta delle popolazioni / acquisizione delle relazioni ufficiali sulle attività di immediato soccorso / realizzazione di interviste con i cittadini /

Prodotti. Quadri di sintesi che individuino le criticità, strumentali e di formazione del personale strutturato e/o volontario dei diversi sistemi e del loro funzionamento coordinato / suggerimenti per il miglioramento dell’efficacia / proposte concrete di servizi integrativi.

Obiettivi. Contribuire a migliorare l’efficienza e l’efficacia dei servizi di Protezione civile

Linea 3: Sotto casa mia. Individuazione dei micro interventi locali e programmazione delle opportune manutenzioni per impedire che le incongruenze nelle infrastrutture di urbanizzazione primaria acuiscano i danni e i disagi.

Attività. Redazione di descrizioni delle modalità dell’inondazione e degli effetti prodotti su piccola scala: caseggiato / documentazione, nella medesima scala, delle incongruenze nelle opere di urbanizzazione primaria / monitoraggio degli interventi di recupero funzionale / segnalazione e monitoraggio degli interventi di manutenzione

Prodotti. Promemoria descrittivo delle situazioni per caseggiato / relazioni periodiche agli uffici del Comune sullo stato degli impianti

Obiettivi. Contribuire alla programmazione di interventi per tenere in efficienza le opere di urbanizzazione primaria / incentivare le buone pratiche di cittadinanza attiva

Linea 4: La complanare. Iniziative riguardanti la verifica di opportunità e la modalità di prosecuzione dei lavori di realizzazione della complanare.

Attività. Raccolta di firme

Prodotti. Petizione popolare

Obiettivi. Riconsiderare l’opportunità e la necessità della complanare in relazione ad altre soluzioni del problema traffico tra Orvieto Scalo e Ciconia / riconsiderare la modalità realizzativa della complanare

Linea 5: Verso un Parco urbano-fluviale del Paglia. Progettazione per l’uso pubblico dei tratti rivieraschi del Fiume Paglia almeno nel tratto compreso tra Allerona scalo e il Porto di Pagliano.

Attività. Chiedere che i lavori di ripulitura delle rive dai materiali alluvionali considerino la realizzazione di una sentieristica minimale, pedonale e ciclabile, per l’attivazione di semplici percorsi benessere tra Orvieto scalo e Ciconia (raccolta firme) / coinvolgimento delle associazioni sportive e del tempo libero per vivacizzare le diverse aree nel tratto compreso tra Allerona scalo e il Porto di Pagliano / acquisizione dei progetti di Parco fluviale già prodotti per la loro riattualizzazione / concorso di idee /

Prodotti. Petizione / accordi / documenti di progetto

Obiettivi. Realizzare forme di programmazione urbanistica partecipata della Val di Paglia.

Linea 6 ProgettoOrvieto 2.

Contribuire alla definizione dei programmi di risistemazione territorale del bacino idrografico del fiume Paglia.

Attività. Acquisizione dei documenti di programmazione delle autorità di bacino / acquisizione e/o commissionamento di ricerche indipendenti, comprendenti la metanalisi, sullo stato naturale e antropico del bacino (con il supporto di esperti) / partecipazione alle conferenze di servizio delle autorità di bacino / lobbying e advocacy per proiettare alla dimensione adeguata la risistemazione del bacino idrografico del fiume Paglia

Prodotti. Relazioni di sintesi / proposte tecniche / materiali divulgativi / attività di lobbying e advocacy

Obiettivi. Dare alle attività di risistemazione territorale del bacino idrografico del fiume Paglia il valore di progetto pilota.

Print Friendly, PDF & Email